Arco Rock Star - Seconda edizione

La seconda edizione di Arco Rock Star

il contest di foto e arrampicata

annuncia i vincitori del 2017

 

 

La seconda edizione di Arco Rock Star, il contest di fotografia di arrampicata, incorona i suoi vincitori.

 

Il territorio del Garda Trentino, una delle capitali mondiali dell’arrampicata, ha ospitato per due giorni 7 fotografi professionisti, provenienti da 4 paesi europei, e 12 amatoriali, che si sono sfidati alla ricerca dello scatto perfetto.

 

La diversità e la bellezza del territorio e delle sue pareti hanno ispirato le splendide fotografie che, con fatica, la giuria (composta da Emilio Previtali, Nicholas Hobley, editor di Planetmountain, il fotografo Harald Wisthaler e lo staff degli Adventure Awards Days) ha dovuto giudicare e selezionare, per attribuire i premi messi a disposizione da EpicTv, Ferrino, Rock Slave e i premi in denaro di 500 euro per il primo classificato della categoria Open e di 1500 per il vincitore della categoria Pro.

 

Primo classificato della categoria PRO è il fotografo e climber Giovanni Danieli, premiato per la sua capacità di raccontare lo spirito dell’arrampicata e, contemporaneamente, di rappresentare il gesto atletico in armonia con il territorio e il paesaggio.

Il suo team era composto da Giovanni Zaccaria e Carlo Cosi.

 

Secondo classificato, il francese Alex Buisse, terzo Federico Ravassard.

 

Primo classificato della categoria OPEN Graziano Galvagni, premiato soprattutto per la creatività e la fantasia, oltre che per la qualità delle due fotografie presentate.

 

La premiazione si è svolta nel corso dell’Adventure Awards Night, la serata conclusiva degli Adventure Awards Days, il festival internazionale dell’avventura e dell’esplorazione, che si è tenuta domenica sera nel cinquecentesco Palazzo Marchetti di Arco, di fronte ad una sala gremita e agli ospiti del festival Manolo, Michele Evangelisti, e al Best Adventurer e al Best Storyteller 2017 - Francesco Sauro e Robbie Shone.

 

Le foto di Arco Rock Star 2017, come quelle vincitrici del contest del 2016, grazie alla collaborazione di Elle-Erre diventeranno una mostra itinerante, e le stampe potranno essere richieste e acquistate.

 

Link PRO foto:

goo.gl/GCM6yc

 

Per informazioni: 

www.adventureawards.it

www.gardatrentino.it

 

 

 

 

 


BASE CAMP NIGHT + WORKSHOP CON I MONTANUS

BASE CAMP NIGHT + WORKSHOP CON I MONTANUS

IN COLLABORAZIONE CON MONTANUS, OXEEGO E FERRINO
SABATO 22 APRILE


L'occasione, per un giorno e una notte, di uscire dall'ordinario. Di vedere le stelle. Di sentire la Natura e viverla. Come luogo di fuga, di ricerca, di semplicità del momento. L'avventura è un'esperienza alla portata di tutti. E l'esplorszione è la voglia di vedere il mondo da un altro punto di vista.


PROGRAMMA

  • Monte Calino, presso il Rifugio San Pietro
  • Ore 16.30: workshop di Bikepacking e BackPacking con i Montanus
  • Dopo il concerto: Adventure base camp night in tenda sotto le stelle
  • Rientro domenica 23 aprile ore 12 circa, in bici o a piedi
  • Costo: 15 euro (extra rispetto a BAM L o al Trekking)

Incluso servizio di trasporto bagagli e tenda dal Village.

Leggere di più


Consigli

nuova categoria di news, nella quale lo staff di Adventure Awards darà alcuni consigli per tutti gli amanti di avventura!


FIRST ASCENT

Nessuno prima di Hansjörg Auer, Matthias Auer e Simon Anthamatten era riuscito a completare la scalata del Kunyang Chhish East, che era rimasta, dall’alto dei suoi 7.400 metri, uno dei grandi problemi irrisolti dell’alpinismo. Un’impresa straordinaria giunta dopo il fallimento di cinque precedenti spedizioni e portata a termine al terzo tentativo grazie a una rara capacità di resistenza e di adattamento alle condizioni più estreme.


THE TRAIL TO KAZGEBI

Cosa accade quando quattro avventurieri arrivano su una delle montagne più selvagge del mondo in compagnia soltanto della loro mountain bike e cibo per sopravvivere 10 giorni? La risposta? Cosa accade o cosa non accade? Tempeste, fiumi impetuosi da attraversare, distese di ghiaccio, cani e polizia. Ecco alcuni degli ingredienti di questa missione nelle montagne del Caucaso.


Unbranded

Quattro giovani cowboys  partono per un viaggio dal Messico al Canada attraverso i terreni più selvaggi dell’America del west. Un viaggio epico alla scoperta di se stessi, che mette alla prova amicizie, attraversa paesaggi iconici, incontra cavalli in fuga, un asino impertinente, passi di montagna pericolosi, rodei, malattie, infortuni e persino la morte. Ha vinto il premio del pubblico Telluride Mountainfilm e Hot Docs Film Festival. Unbranded è un racconto di pericolo e resilienza, un’odissea carica di emozioni che fa luce sulla complessa situazione dei cavalli selvaggi.


SASLONCH SUITE

Sulle pareti alte piu di 1000 metri del Sassolungo in Val Gardena, nell’ambito del Jazzfestival Alto Adige, si è svolto un evento spettacolare, nel quale arrampicata estrema, musica jazz e slacklining si fondono in un progetto artistico inedito. Un documentario molto particolare firmato dal regista Andreas Pichler.


Pipe Dream

Robbie Maddison che cavalca con la sua moto le onde della Polinesia Francese, è semplicemente… oltre. Due anni di preparazione, diciassette giorni di riprese, un’impresa da capogiro. Dopo aver rivoluzionato il mondo del freestyle motocross, infatti, Robbie Maddison ha deciso di conquistare anche l’Oceano, modificando la sua moto in modo da permetterle di affrontare le onde. E non un’onda qualsiasi: la temuta Teahupoo, oggetto di culto per i surfisti di tutto il mondo.


Maybe: inseguendo lo snowleopard

Carlalberto 'Cala' Cimenti è un alpinista e viaggiatore che, stanco delle esperienze Himalayane, ha deciso di dedicarsi a nuovi orizzonti inseguendo l'onorificenza Snowleopard conferita a chi raggiunge la vetta di tutte e cinque le montagne sopra i 7000m presenti sul territorio dell'ex Unione Sovietica. Alla base del progetto una grande voglia di scalare e sciare ma soprattutto condividere esperienze con culture sconosciute e instaurare nuove amicizie che solo l'alta quota sa consolidare. Dopo tre anni e quattro cime dal primo viaggio, Cala si trova alla vigilia della spedizione al Communism Peak che potrebbe coronarlo primo Snowleopard italiano. Le immagini delle spedizioni sono state girate dallo stesso Cala.


CHRIS BONINGTON

Chris Bonington, uno dei più grandi alpinisti della seconda metà del Novecento, ripensa alla storia e alle avventure di una vita passata a esplorare e scalare le montagne di tutto il mondo. È questo il punto di partenza per un viaggio che abbraccia i sentimenti più profondi e nobili, ma anche contraddittori, del suo essere alpinista e uomo. Così l’amore per la moglie e i figli, la sua scelta di vivere di e per l’alpinismo, le amicizie, le conquiste e anche la sofferenza per la perdita di tanti amici diventano il racconto di un’esperienza e di una ricerca uniche che non possono avere fine, come le grandi passioni.


CAPENORTH

Niente a che fare con un comodo viaggio con un biglietto, un passaporto e una comoda poltrona da cui ammirare tutto. Una vera avventura in cui ogni km viene assaporato, in cui si è padroni del proprio tempo e dei propri spazi, in cui si sceglie continuamente se accelerare o rallentare, se stare o andare. Documentario che racconta un viaggio di 10.000 km in cui due ragazzi, Henry Favre e Ludovico Botalla, tagliano verticalmente l’Europa a bordo di mezzi inconsueti, dallo scooter al Ciao all’ApeCar.  Solo chi ha provato quel senso di paura e di piacere nell'essere soli e lontani da casa può raccontare quel senso di libertà assoluta dell'essere altrove.


LINE ACROSS THE SKY

La traversata Fitz Roy è una delle più toste del moderno alpinismo. Un percorso di arrampicata che attraversa sette cime e 4000 metri verticali. Chi immaginava che sarebbe stato così divertente? Tommy Caldwell e Alex Honnold, che ci raccontano la loro avventura in questo film esilarante.  Il film ha vinto il Piolet d’Or.


Adam Ondra

Classe 1993. E’ il fuori classe dell’arrampicata. E’ considerato uno degli arrampicatori sportivi più forti di tutti i tempi. Ha vinto il premio Salewa Rock Awards per quattro volte ed è il climber che continua ad alzare il livello dell’arrampicata superando se stesso.


Michele Graglia

Michele, ex modello di Taggia, vive negli Stati Uniti, tra Miami e New York. Dopo aver trascorso gran parte della sua vita come modello, ha scoperto la sua vera passione lontano da macchine fotografiche e jet-set. Ha cominciato a correre ultramaratone nel gennaio del 2012, vincendo le 50 miglia del parco nazinale delle Everglades e da quel momento ha praticamente vinto ogni gara a cui ha partecipato. Dalla Las Vegas a Los Angeles, 500 km percorsi in 82 ore per Telethon, alla gara più fredda del mondo, la Yukon Artic Ultra.


Marco Aggravi

Marco Aggravi​, Atleta Windsurf nella specialità dello Speed (velocità pura​) e collaudatore delle VELE ALARI d​ell'azienda Italiana Heru Sails. Di origini toscane, si trasferisce in Trentino per la passione del windsurf e qui porta avanti il suo sogno di volare sull'acqua con le sue Vele Alari, un progetto che condivide con i titolari della Heru Sails, Dino Petretto e il progettista Giulio Iviani. Le sue sedute di allenamento si svolgono prevalentemente sul Lago di Garda​, ma le prove specifiche di velocità vengono effettuate in Francia alla Franqui. Questa sua passione per la velocità lo porta sempre a rischiare e combattere contro il suo gps. Le Vele Alari esistono già nel mondo della America's Cup dove vengono usate da nomi di imbarcazioni ​molto conosciute, ma Marco le sta portando attraverso i suoi test e le sue prove anche nel mondo del windsurf e lo sta facendo con caparbietà e costanza senza mai mollare, proprio sul territorio Italiano, il Lago di Garda.
Come dice Marco..... " Sempreatutta Speed".


Remo Anzovino

E’ fra gli esponenti più affermati e innovativi della musica strumentale contemporanea. Il suo linguaggio abbatte gli steccati di genere facendo dialogare riferimenti musicali e musicisti diversissimi nell'unico obiettivo: emozionare e raccontare il tempo che viviamo.

Le sue musiche, che entrano dritte nel cuore coniugando qualità e immediatezza, sono state anche utilizzate da celebri trasmissioni televisive e da importanti brand commerciali.

Ha collaborato con numerosi artisti di fama nazionale e internazionale e ora è in tour in tutta Italia.

 

2 ottobre alle 18.00 al Rifugio San Pietro.


RUNLOVERS - Sandro Siviero

Sandro Siviero, ama la comunicazione e la creatività da sempre. Da quando, bambino, vedeva Goldrake nella tv in bianco e nero immaginando i colori che - puntualmente - erano sempre sbagliati.
Crescendo, ha sempre amato raccontare storie anche se purtroppo i suoi professori al liceo non sempre ne erano entusiasti. Ma, con la creatività, Sandro assecondava anche il suo amore per lo sport, prima con l’atletica, poi con il basket e arrivando, ormai adulto, allo sport più praticato dagli italiani: il divano. Ma non si può stare fermi per troppo tempo, la nostra vita è in continua evoluzione e quindi, come un bizzarro Forrest Gump, ha iniziato a correre unendo al running la sua passione per la comunicazione e la creatività. Ed è nato RunLovers.

RUNLOVERS - Martino Pietropoli

Martino Pietropoli, nato nel 1974 a Rovigo, è architetto. Nel 2012 fonda con Sandro Siviero Runlovers, che diventa in pochi anni il sito sul running più visitato d’Italia e un riferimento per le aziende del settore e per migliaia di appassionati che animano le sue community su Twitter, Facebook e Instagram.
Appassionato di fotografia, grafica e scrittura, cura diversi blog che se ne occupano.
Nel 2015 è editor di Medium Italia e fondatore ed editor dell’Indice Totale e di The Fluxus, due pubblicazioni su Medium dedicate rispettivamente alle recensioni di qualsiasi cose e a cartoon e illustrazioni.
Dal 2000 si occupa di progettazione architettonica. Dorme anche, quando dorme.


Mauro Tomasi

Mauro Tomasi, classe 1968, è nato e vissuto ad Ala (TN) fino al 2010, ora vive a Riva del Garda; dal 2000, dopo un terribile incidente in moto sul Lago di Garda, è in carrozzina paralizzato dalla cinta in giù ed ha perso anche l’uso del braccio sinistro. Mauro è noto per le sue diverse Maratone a cui partecipa non con una carrozzina da gara o handbyke, ma con la sua carrozzina normale monoguida, che spinge con un braccio solo. Mauro vuole partecipare come esempio, non certo per un podio, per dimostrare che volendo si possono fare cose che per molti sono impensabili. “I nostri limiti sono solo nella nostra testa e tante volte sono fatti da altri” ama ripetere.

Ha partecipato a più di 40 eventi sportivi competitivi, dei quali più di 20 maratone da 42 km, diverse anche all'estero (tra cui quella di New York nel 2014).


Life in Travel:​ Leonardo Corradini e Veronica Rizzoli

Vero e Leo sono i più seguiti biketravelblogger d'Italia, inseriti da icebike.org tra i 120 principali cicloviaggiatori al mondo, con decine di esperienze lunghe e corte in sella alle loro bici. Lui ingegnere trentino, lei lombarda, sono amati per il loro essere normali e genuini: due persone che ti contagiano con il loro sorriso e ti raccontano con grande semplicità di viaggi epici. Tra le loro esperienze in bici 10 mesi nel sud-est asiatico, Marocco, Norvegia, Corsica, Olanda, i Balcani, le Ande e l'Italia da cima a fondo. Scrivono per vari giornali e guide di cicloturismo, oltre che sul loro blog lifeintravel.it