CAPENORTH

Niente a che fare con un comodo viaggio con un biglietto, un passaporto e una comoda poltrona da cui ammirare tutto. Una vera avventura in cui ogni km viene assaporato, in cui si è padroni del proprio tempo e dei propri spazi, in cui si sceglie continuamente se accelerare o rallentare, se stare o andare. Documentario che racconta un viaggio di 10.000 km in cui due ragazzi, Henry Favre e Ludovico Botalla, tagliano verticalmente l’Europa a bordo di mezzi inconsueti, dallo scooter al Ciao all’ApeCar.  Solo chi ha provato quel senso di paura e di piacere nell’essere soli e lontani da casa può raccontare quel senso di libertà assoluta dell’essere altrove.