ARCO ROCK STAR 2018: il contest internazionale di fotografia di arrampicata incorona il suo vincitore.

Primo posto per l’inglese John Thornton,
secondo per Giovanni Danieli,
terzo per Matteo Mocellin

Premio La Sportiva Anniversary a Matteo Pavana.

Arco e il Garda Trentino hanno ospitato in questi giorni la terza edizione di Arco Rock Star, il contest internazionale di fotografia di arrampicata.
Nove team di fotografi professionisti, provenienti da cinque paesi europei, si sono sfidati per due giorni alla ricerca della perfetta foto di arrampicata.
Tra i “modelli” anche importanti climber come Nico Favresse o Angelika Reiner, per citarne solo due.
La giuria, composta da Giampaolo Calzà (fotografo, presidente della giuria), Robbie Shone (fotografo National Geographic), Nicholas Hobley (editor di Planetmountain.com), Marianna Zanatta (outdoor manager) e dallo staff di Arco Rock Star ha dovuto scegliere con difficoltà tra una selezione di foto di altissimo livello, che testimonia il valore e l’impegno dei fotografi partecipanti.

Al vincitore, il fotografo inglese John Thornton, un assegno di 1500 euro e un premio in materiale da parte di Climbing Technology, La Sportiva e f-stop Gear. Thornton ha arrampicato con Matteo Furlan e Francesco Genoese. Le sue foto sono state premiate per la qualità tecnica e per la capacità di raccontare lo spirito dell’arrampicata.
Secondo classificato Giovanni Danieli, in team con Giovanni Zaccaria, Alessandro Baù e Alice Lazzaro.
Al terzo posto Matteo Mocellin, che ha ritratto Peter Moser, Andrea Salvadori e Giorgia Verì.
Il premio La Sportiva Anniversary, che celebra l’arrampicata del passato, nei gesti, nei colori e nelle atmosfere, è stato assegnato a Matteo Pavana.
Questo nuovo premio è stato introdotto per ricordare i 90 anno de La Sportiva, che celebrerà il 23 maggio il novantesimo anniversario dalla sua fondazione, nel 1928, con un maxi-evento aperto al pubblico presso il parco del Muse, a Trento e nel centro città.
Il premio per la categoria OPEN è andato, per il secondo anno consecutivo, a Graziano Galvagni.
La cerimonia di premiazione si è tenuta domenica sera di fronte a 200 persone, a Palazzo Marchetti, ad Arc


Golden Beard 2018

Le “GoldenBeard 2018” a Simone Moro, Best Adventurer, a Jeremy Collins, Best Storyteller e a Jane Goodall, Environmental Award

Annunciate le Golden Beard 2018: Sabato 21, in occasione di una serata di spettacolo con Simone Moro, Emilio Previtali e Jeremy Collins, saranno consegnati i premi 2018.

La “barba d’oro” per Best Adventurer va a Simone Moro, uomo simbolo dell’avventura dell’anno; quella per Best Storyteller va quest’anno a un grande climber e illustratore americano, Jeremy Collins, autore anche dell’immagine simbolo del festival. Sarà premiata anche la donna simbolo dell’ambientalismo internazionale, l’etologa Jane Goodall, nota soprattutto per i suoi studi e per la lotta a difesa degli scimpanzé, con il premio Environmental Award - ritirerà il premio la presidente del Jane Goodall Institute Italia, Daniela De Donno, che lancerà la campagna per la raccolta e il corretto riciclo dei cellulari esausti.


CAMPAGNA PER IL RICICLO DEI CELLULARI ESAUSTI, The Jane Goodall Institute Italia

Il Jane Goodall Institute, da tempo impegnato per costruire un futuro migliore per gli animali, l’uomo e l’ambiente, ha promosso in tutto il mondo la campagna di riciclo dei cellulari per consentire ad ognuno di noi di contribuire:
a ridurre l’accumulo di rifiuti tossici, causa di inquinamento dell’ambiente in cui viviamo;
a ridurre la domanda di coltan e tantalio che possono essere recuperati dai vecchi dispositivi non più utilizzati e, di conseguenza, ad evitare la distruzione delle foreste, habitat di popolazioni di scimpanzé in pericolo di estinzione;
a sostenere, con quanto ricavato dai cellulari riciclati, le spese mediche, alimentari e scolastiche di bambini orfani che vivono presso “La casa del bambino di Sanganigwa” in Tanzania, un ambizioso progetto globale, anche educativo, per fare in modo che gli ospiti di Sanganigwa diventino individui preparati e autonomi, cittadini attivi e promotori di sviluppo nel loro territorio.
Il JGI Italia ha iniziato la raccolta di cellulari con un appello a tutti noi cittadini. I cellulari raccolti sono inviati ad un’azienda che ne ricicla i minerali ed i metalli. Il ricavato della campagna contribuisce a finanziare progetti educativi del Jane Goodall Institute.

Chiunque possieda un cellulare da scartare può partecipare a questo progetto di conservazione degli scimpanzé e del loro habitat portandolo la sera degli Adventure Awards Night.


ETICA, AUTENTICITA’, CORRETTEZZA: I VALORI DI AKU SONO QUELLI DEGLI ADVENTURE DAYS.

Siamo felici di rinnovare anche quest’anno la collaborazione con un marchio come AKU Trekking & Outdoor Footwear, che fa dell'etica e dell’amore autentico per la Natura la propria filosofia aziendale.
“Non vogliamo pensare che chi acquista i nostri prodotti sia un consumatore di merce. Ci piace credere che sia l’utilizzatore consapevole di un prodotto autentico e funzionale. Un prodotto eticamente corretto, espressione di un valore concreto destinato a durare nel tempo".
Le sinergie in cui crediamo sono queste, che nascono da uno stesso sguardo sul mondo.


Worn Wear Tour di Patagonia

Dopo il grande successo ottenuto lo scorso anno, con 7 paesi visitati e oltre 2000 capi riparati, il tour Worn Wear europeo di Patagonia torna in Italia.

L’iniziativa promossa dal brand outdoor è una vera e propria missione “on the road” per incoraggiare le persone a non gettare via i propri capi solo perché rotti o strappati.
Sabato 21 e domenica 22 aprile presso il Village degli Adventure Awards Days, appassionati e clienti potranno raggiungere la Station Worn Wear dove il personale specializzato offrirà riparazioni gratuite di cerniere, alette delle zip, bottoni, tessuti bucati o lacerati e altro ancora, di qualunque marchio, fornendo inoltre preziosi consigli su come aggiustare giacche, pantaloni e maglie in modo autonomo.

"Creare un prodotto in grado di durare nel tempo e che possa essere riparato è il primo e più importante passo verso una concreta limitazione della nostra impronta ambientale" sottolinea Rose Marcario, CEO di Patagonia.

Niente è più importante ed altrettanto efficace del prolungare al massimo la vita dei nostri capi. Il semplice gesto di far durare più a lungo i nostri abiti, riparandoli quando necessario, consente di non doverne acquistare di nuovi, evitando così di generare le emissioni di CO², la produzione di scarti e di rifiuti, e il consumo di acqua associati ai cicli produttivi del settore tessile. Il programma Worn Wear celebra le storie che indossiamo attraverso gli indumenti che ci accompagnano nelle nostre avventure, contribuendo inoltre a mantenerli in azione più a lungo.
Basti pensare che, tenendo in circolazione ciò che indossiamo semplicemente per altri nove mesi, possiamo ridurre di circa il 20-30% la relativa impronta ambientale in termini di emissioni di CO², rifiuti e consumo idrico, e questo soltanto scartando un minor numero di cose.

Perché Better Than New.


20 - 22 Aprile, gli Adventure Awards Days tornano nel Garda Trentino.

Adventure Awards Days, il festival internazionale dell’esplorazione, torna dal 20 al 22 aprile 2018 ad Arco e nel Garda Trentino per la sua settima edizione.

Gli Adventure Awards Days sono prima di tutto un’occasione per condividere una passione: per il viaggio, per la natura, per uno stile di vita diverso.
Tre giorni di esperienze da vivere, di storie da vedere e da ascoltare, di amici con cui bere una birra, di sogni da immaginare e di avventure da organizzare insieme.
Arco e gli angoli più suggestivi del territorio del Garda Trentino saranno il palcoscenico privilegiato di un ricco programma di appuntamenti.

Tre giorni di incontri con esploratori, film, workshop,
concerti in quota con le musiche di Morricone ed esperienze della natura.

Numerosi gli ospiti: Simone Moro, Jeremy Collins, Jane Goodall, Nico Favresse, Emilio Previtali, Dino Lanzaretti, Jakub “Kuba” Rybicki, Valentina Miozzo, Valeria Mosca, Igor D’India e molti altri


Arco Rock Star - Seconda edizione

La seconda edizione di Arco Rock Star

il contest di foto e arrampicata

annuncia i vincitori del 2017

 

 

La seconda edizione di Arco Rock Star, il contest di fotografia di arrampicata, incorona i suoi vincitori.

 

Il territorio del Garda Trentino, una delle capitali mondiali dell’arrampicata, ha ospitato per due giorni 7 fotografi professionisti, provenienti da 4 paesi europei, e 12 amatoriali, che si sono sfidati alla ricerca dello scatto perfetto.

 

La diversità e la bellezza del territorio e delle sue pareti hanno ispirato le splendide fotografie che, con fatica, la giuria (composta da Emilio Previtali, Nicholas Hobley, editor di Planetmountain, il fotografo Harald Wisthaler e lo staff degli Adventure Awards Days) ha dovuto giudicare e selezionare, per attribuire i premi messi a disposizione da EpicTv, Ferrino, Rock Slave e i premi in denaro di 500 euro per il primo classificato della categoria Open e di 1500 per il vincitore della categoria Pro.

 

Primo classificato della categoria PRO è il fotografo e climber Giovanni Danieli, premiato per la sua capacità di raccontare lo spirito dell’arrampicata e, contemporaneamente, di rappresentare il gesto atletico in armonia con il territorio e il paesaggio.

Il suo team era composto da Giovanni Zaccaria e Carlo Cosi.

 

Secondo classificato, il francese Alex Buisse, terzo Federico Ravassard.

 

Primo classificato della categoria OPEN Graziano Galvagni, premiato soprattutto per la creatività e la fantasia, oltre che per la qualità delle due fotografie presentate.

 

La premiazione si è svolta nel corso dell’Adventure Awards Night, la serata conclusiva degli Adventure Awards Days, il festival internazionale dell’avventura e dell’esplorazione, che si è tenuta domenica sera nel cinquecentesco Palazzo Marchetti di Arco, di fronte ad una sala gremita e agli ospiti del festival Manolo, Michele Evangelisti, e al Best Adventurer e al Best Storyteller 2017 - Francesco Sauro e Robbie Shone.

 

Le foto di Arco Rock Star 2017, come quelle vincitrici del contest del 2016, grazie alla collaborazione di Elle-Erre diventeranno una mostra itinerante, e le stampe potranno essere richieste e acquistate.

 

Link PRO foto:

goo.gl/GCM6yc

 

Per informazioni: 

www.adventureawards.it

www.gardatrentino.it

 

 

 

 

 


Arco Rock Star 2017 - TEAM PRO

Siamo felici di annunciare i fotografi PRO che parteciperanno ad Arco Rock Star 2017.


Un’occasione per parlare di outdoor e disabilità.

Con Mauro Tomasi, Francesco Favettini, Marco Calzà, Alessandro Avigliano e l’ASD Dolomiti Open.

Bici, camminate e corse nei boschi, yoga, escursionismo, arrampicata: sono moltissime le attività cosiddette “outdoor” che si possono svolgere all’aria aperta godendo delle bellezze della natura.
Uno stile di vita che affascina sempre più persone e che, grazie alle moderne tecnologie, al supporto del territorio e allo spirito di persone meravigliose, è una opportunità anche per i disabili.
Si parlerà anche di questo agli Adventure Awards Days, il festival internazionale dell’avventura e dell’esplorazione.
Sabato alle 17.30 sul palco del Village in Piazza Segantini ci saranno Mauro Tomasi, Francesco Favettini, Marco Calzà e Alessandro Avigliano a condividere la propria esperienza e raccontarci come la disabilità possa non essere un limite.

“Non sappiamo cosa ci riserva il futuro, ma qualsiasi cosa sia, sorridi alla vita e vai avanti”.


BEST ADVENTURER & BEST STORYTELLER

Domenica 23 aprile durante l' Adventure Awards Night saranno premiati il Best Adventurer e Best Storyteller 2017.

  • BEST ADVENTURER
    Francesco Sauro, l'uomo che ha fatto dell'esplorazione sotterranea la sua vita.
    Speleologo che tiene corsi agli astronauti per l' Agenzia Spaziale Italiana.
    Per il Time è uno dei 10 Next Generation Leaders.
    Sarà con noi per dare voce alle viscere della terra.
  • BEST STORYTELLER
    Robbie Shone, esploratore e fotografo delle grotte. Robbie è uno dei fotografi delle cave più bravi al mondo. Vede quello che ai nostri occhi rimane incompiuto, sconosciuto, misterioso. Lavora per National Geographic e ha scattato le più grandi e sconosciute cave del mondo.
    Appeso ad una corda, ha fotografato 200 metri sotto i nostri piedi nel più profondo della terra. Ha esplorato l'estremità di una grotta lunga 189 km e ha trascorso 94 ore nel sotterraneo.
    E' anche fotografo paesaggistico e di fauna selvatica.

Adventure Awards Days 2017

Tornano gli Adventure Awards Days nel Garda Trentino dal 21 al 23 aprile.
Il festival internazionale dell'avventura e dell'esplorazione.

La nostra vita ha bisogno di essere scelta, ogni giorno. E questo è un buon modo per cominciare a scegliere.
Sarà un'occasione per sentire un mondo più vero. Bevendo una birra con grandi esploratori, correndo nei boschi insieme a grandi atleti, pedalando con chi ha viaggiato in tutto il mondo, Ascoltare racconti, osservare un momento e scattargli una foto, conoscere, imparare, osservare e condividere una passione.
Non è lo sport estremo, non la performance, non è la gara, non è il superamento dei limiti o la scelta folle di qualche superuomo. L’avventura è un’esperienza alla portata di tutti, l’outdoor è ispirazione, l’esplorazione è voglia di guardare il mondo con occhi diversi.


Best Movie Awards - Chris Bonington, Life and Climbs.

Chris Bonington, Life and Climbs ha messo d'accordo tutti.
Vince il Best Movie Awards il lungometraggio di Vinicio Stefanello.
Una storia commovente, profonda, di vita, di passioni, di amore per l'esistenza, per l'alpinismo e per la famiglia.
Un racconto che tocca i sentimenti di ognuno di noi. Perché la semplicità ci emoziona e ci ricorda che non bisogna allontanarsi da se stessi per assaporare l'esistenza.
Puoi essere qualsiasi cosa tu senta di essere, devi solo assecondarla.

 

 

 

 

04_bonington_lifeandclimbs_800x450

Chris Bonington, uno dei più grandi alpinisti della seconda metà del Novecento, ripensa alla storia e alle avventure di una vita passata a esplorare e scalare le montagne di tutto il mondo. È questo il punto di partenza per un viaggio che abbraccia i sentimenti più profondi e nobili, ma anche contraddittori, del suo essere alpinista e uomo. Così l’amore per la moglie e i figli, la sua scelta di vivere di e per l’alpinismo, le amicizie, le conquiste ma anche la sofferenza per la perdita di tanti amici diventano il racconto di un’esperienza e di una ricerca uniche che non possono avere fine, come le grandi passioni.

 

01_bonington_lifeandclimbs_800x450


Golden Beard 2016 - Oltre i confini

Chiara Montanari, Adam Ondra e Marino Crisconio, dell'Agenzia Spaziale Italiana, vincono le Golden Beard 2016.
Sabato 1 ottobre, abbiamo consegnato i premi di Best Adventurer ad Adam Ondra e Best Storyteller a Chiara Montanari e Marino Crisconio.
Adam, campione mondiale di arrampicata, continua a spostare il limite di difficoltà nel mondo del climbing.
Chiara, a capo di spedizioni nei ghiacci dove il corpo deve reggere temperature estreme e la sopravvivenza cambia volto ha raccontato le sue esperienze in un libro meraviglioso.
Marino, membro dell’unità “Volo umano e microgravità” dell’Agenzia Spaziale Italiana, rappresenta una realtà dove il limite geografico è l'infinito e la percezione del mondo assume altre forme: il lavoro di comunicazione e divulgazione svolto dall'Agenzia rappresenta un perfetto esempio di storytelling.


Adventure Awards Days 2016

Si è conclusa con successo e grande partecipazione l'edizione degli Adventure Awards Days 2016 nel Garda Trentino.
Il rapporto con il territorio, è stato al centro delle esperienze e promosso sui media.
Arco e il Garda Trentino sono infatti location perfette per un evento di questo tipo: grazie alla sua posizione geografica, è facilmente raggiungibile da tutte le città confinanti e da quelle più lontane. La tipologia del turista medio è giovane, sportivo, interessato al mondo dell'outdoor e a questo tipo di proposta. E infine per le caratteristiche del territorio: montagne, alcune delle più famose falesie d'Italia, il lago, e il microclima perfetto che permette di poter fare sport outdoor durante ogni periodo dell'anno.
La formula del Village Life nella piazza principale è ottima: c’è sempre passaggio e la vicinanza di bar e negozi lo rende molto frequentato.
La risposta dei media è stata forte. Abbiamo avuto una visibilità enorme: due pagine nel Corriere della Sera, Sportweek, Vanity Fair, Gioia, Sette, GQ, Radio Rai, Studio Aperto e molto altro
Il programma, che di anno in anno si rinnova, ha ricevuto riscontri più che positivi.
Remo Anzovino con il concerto al tramonto, Fabio Cinti con ospite Paolo Bevengnù per il concerto all'alba, entrambi in due location magnifiche del Garda Trentino: il Rifugio Altissimo e il Rifugio San Pietro.
Workshop di fotografia, di storytelling, di cibo da viaggio. Il BAM! e pedalate collettive.Racconti e incontri con Adam Ondra, Chiara Montanari, Marino Crisconio, Michele Graglia, Runlovers, e moltissimi altri. La formula The Best 4 e le attività per disabili.
La rassegna cinematografica e quest'anno anche l'anteprima del nuovo film di RedBull.
Il programma quest'anno ha cercato di soddisfare ogni esigenza, con un grande riscontro e una grande soddisfazione da parte di tutto lo staff.


Blogger Contest 2016

Si è conclusa la 5a edizione del Blogger Contest.

Da cinque anni altitudini.it propone un tema collegato alla montagna, in questa edizione il tema i “Vagabondi delle montagne”, chiedeva di esprimere il proprio concetto di montagna come terreno di vagabondaggio, come ricerca della libertà più estrema intesa come quella di non avere una vera meta, liberi da mode e condizionamenti, capaci di liberarsi del superfluo. E i blogger “vagabondi”, non si sono fatti attendere. Tante micro-storie di vagabondaggio, tanto diverse nelle esperienze vissute, quanto simili nella passione per la montagna e per la scrittura.

Per partecipare il blogger, appassionato o professionista, doveva presentare una propria “unità multimediale” composta da un testo di 400 parole, una foto, una nota biografica e un link al proprio blog. Tutte le unità multimediali sono consultabili su altitudini.it e possono ricevere i commenti dei lettori.

In questi giorni la giuria (Roberto Serafin, Davide Fioraso, Claudio Primavesi, Franco Michieli e Simonetta Radice) sta procedendo alla selezione dei 12 finalisti che saranno valutati attraverso quattro criteri di giudizio (capacità d’interpretare il tema del concorso; qualità del testo; qualità dell’immagine; padronanza del mezzo di comunicazione).

Entro il 30 settembre è previsto l’annuncio dei tre vincitori dell’edizione 2016 che riceveranno premi per un valore di 2.500€, in materiali tecnici e soggiorni in quota, offerti dalle aziende sponsor.

Fra tutti i 95 partecipanti la giuria assegnerà inoltre due premi speciali: premio speciale IMS a tre blogger che dal 14 al 16 ottobre 2016 parteciperanno all’International Mountain Summit (IMS) di Bressanone come inviati speciali e il premio speciale SKIALPER ad altri tre blogger che vedranno pubblicata la loro opera sulla rivista SKIALPER.

La premiazione quest’anno si svolgerà ad Arco (TN), domenica 2 ottobre alle ore 17.00, nell’ambito dell’evento Adventure Awards Days, il festival italiano dell’avventura e dell’esplorazione.


AAD 2016 - la Location

Il Garda Trentino è un mondo di acqua, rocce e natura dai profumi mediterranei incastonato in una corona di montagne incantevoli. Una destinazione capace di attrarre per la qualità delle strutture, la varietà dell’offerta, i prestigiosi eventi e soprattutto la possibilità di praticare al meglio e in sicurezza le discipline dell’Outdoor: il luogo perfetto per un evento come questo.

Cuore pulsante del festival sarà Arco ma gli appuntamenti coinvolgeranno tutto lo splendido scenario del Garda Trentino, dal Rifugio Altissimo al Rifugio San Pietro, dal Lago di Garda alle Marocche di Dro. In ogni luogo i visitatori potranno provare l’emozione di un’esperienza nuova nel cuore della natura.