DANILO CALLEGARI

Già da giovanissimo si appassiona di sport estremi e di montagna, vera e unica “palestra”. Ama la natura in tutte le sue forme ed espressioni, in particolar modo quelle più dure ed estreme dove un essere umano può, a fatica, sopravvivere, ma una volta “adattato”, ne diventa parte integrante. Danilo è un viaggiatore estremo, un uomo capace di attraversare i territori più difficili. Oltre alla scalata in solitaria dei Seven Summits e il tentativo di attraversamento in kayak degli 800 km dello Stretto di Magellano, Danilo ha concluso a fine gennaio la sua impresa “Dall’Himalaya all’Oceano” in cui ha tentato vetta dello Shisha Pangma (8.027 m. Tibet) senza l’uso di ossigeno supplementare e poi ha percorso quasi 5.000 km in bicicletta da Kathmandu – Nepal fino alla punta estrema meridionale dell’India.