Impossible to Possible arriva in Italia

Impossible to Possible arriva in Italia per la prima volta, a Livigno, durante gli Adventure Awards Days.

 

Impossible to Possible è un’esperienza sportiva e formativa per ragazzi nata in America non molti anni fa dall’idea del canadese Ray Zahab, noto ultrarunner ed esploratore che sarà presente a questo eccezionale evento proprio per guidare ed accompagnare la prima spedizione i2P italiana. Un incredibile team trascorrerà cinque giornate a correre lungo i sentieri delle montagne valtellinesi superando distanze di 40 km al giorno per conoscere la ricchezza del territorio, l’ecosistema, le comunità montane, l’equilibrio ambientale. Tornando a Livigno venerdì 25, racconteranno in piazza la loro esperienza.

 

I veri protagonisti saranno i ragazzi, cinque in tutto, ecco il RUNNING TEAM:

 

ALESSANDRO AIME, 21 anni di Robecco (MI). Appassionato di triathlon, è stato il primo europeo a partecipare ad una spedizione i2P solo due mesi fa, nel deserto di Atacama (Cile); una corsa di 220 km  durata una settimana, esperienza  a dir suo “profondamente educativa”. Frequenta la facoltà di Scienze e Tecnologie Alimentari con l’obiettivo di diventare nutrizionista.

 

CAMILLA AIRALDI, 21 anni dalla provincia di Cuneo.Dopo aver praticato diverse discipline sportive, si avvicina al trail running invogliata e accompagnata dal padre, senza cimentarsi in lunghe distanze ma assaporando il piacere di correre tranquilla immersa nella natura. Frequenta l’Università sognando di diventare ricercatrice in biologia molecolare.

 

IVAN GIOMETTI, 21 anni di Riccione (RN)Ivan comincia la sua carriera sportiva correndo in moto, 125 cc. Venendo a mancare gli sponsor a causa della crisi economica, abbandona questa passione e si avvicina agli sport da combattimento e diventa istruttore di Ghirisport, disciplina russa particolare di sollevamento pesi. Frequenta Scienze Motorie e trova anche il tempo di fare escursioni in montagna, correre e nuotare.

 

ENRICO PONTA: 27 anni di Tortona (AL)Laureato in Biotecnologie e ricercatore in bioinformatica, ha seguito un progetto universitario su alimentazione ed educazione alla salute, sulla prevenzione come migliore approccio al trattamento delle malattie evitando l’uso di farmaci. Principale obiettivo, diventare nutrizionista sportivo. Pratica nuoto, ciclismo e soprattutto corsa, sia su strada che trail.

 

GIULIO DE ANGELIS, 23 anni, Morciano di Romagna (RN)Giulio gioca per anni a pallacanestro; a vederlo si capisce perché.. Si avvicina alla corsa per seguire gli amici e prende parte a qualche gara di trail con molta soddisfazione. Appassionato di cucina ma soprattutto di gelati, lavora nella gelateria di famiglia sperimentando nuovi gusti e creando dolci raffinati e di successo.

 

Tutti questi ragazzi non vedono l’ora di cimentarsi in questa prova e conoscere il SUPPORT RUNNING TEAM che li accompagnerà, anche perché è a dir poco entusiasmante:

 

RAY ZAHAB,  44 anni, Quebec (Canada). Ray è tante cose insieme, un vulcano sempre attivo, motivatore in conferenze sparse per il mondo (salotto di Jay Leno compreso), esploratore dei deserti di sabbia e di ghiaccio, ultrarunner instancabile detentore di vari record, fondatore e ispiratore  di i2P. Solo sentirlo parlare e raccontare è come un’iniezione vitaminica direttamente in vena. Per i ragazzi sarà un vero esempio ed un’occasione unica.

 

STEFANO GREGORETTI, 39 anni di Riccione (RN). Stefano incontra Ray durante la gara che l’ha condotto sul podio dopo 250 km di corsa nel deserto dello Utah, due anni fa. Ed è grazie alla loro amicizia che la fondazione approda finalmente in Europa. Triathleta e ultrarunner, Stefano si appassiona di corse nei deserti e nel grande freddo arrivando a vincere due importanti competizioni nel giro di un anno, la Gobi March in Cina, e la Yukon Artic Ultra in Canada. Con grande soddisfazione di Ray, è lui il portavoce i2P europeo.

 

MARCO DE GASPERI, 37 anni di Bormio (SO). Marco è semplicemente pluricampione mondiale di corsa in montagna, una vera forza della natura. Nella squadra del Corpo Forestale dello Stato, inizia a gareggiare a 15 anni e tutt’ora dà filo da torcere ai grandi big internazionali quali Kilian Jornet, giocando con lui in parecchi testa a testa. Il percorso di questa spedizione i2P sarà preparato da Marco stesso, profondo conoscitore dei sentieri valtellinesi fin da quando era bambino.

 

MARCO BERNI, 47 anni di Brescia Gestore di rifugi in alta quota, Marco ha partecipato a 5 edizioni dell’Iditarod Trail Invitational, per un totale di quasi 6.000 km sui ghiacci d’Alaska. Lui, il grande Roberto Ghidoni e ad altre due persone, sono gli unici al mondo ad aver portato a termine la gara su tutti e due i percorsi lunghi. Tour leader per parecchi anni, ha accompagnato gruppi in India, Africa , Sud America e in lunghi trekking sulle montagne Himalayane in Nepal. Inoltre, tiene incontri pubblici per raccontare le sue esperienze, e collabora con alcune scuole medie per insegnare ai ragazzi i valori dello sport pulito.

 
SUPPORT TEAM:

DAVIDE UGOLINI, 39 anni di Riccione (RN); gestore di una macelleria, ex triathleta e ora grande appassionato di corse estreme in giro per il mondo, spesso insieme all’amico Stefano Gregoretti.

RENZO MOLTRASIO, 65 anni di Saronno (VA); esperienza da vendere maturata nel corso di più di vent’anni passati a correre nei deserti dei cinque continenti. Un’energia che farebbe invidia a molti ventenni…

FABIO PASINI, 49 anni di Cattolica (RN); titolare di una palestra, preparatore atletico e insegnante di  pugilato, prende parte a diverse corse a tappe dal profondo freddo della Lapponia, al caldo del Sahara, fino all’Amazzonia.

DOMENICO BARBALACE, 41 anni di Tirano (SO); dentista di professione, anche lui appassionato di corsa e trailrunning, sarà prezioso elemento per la logistica e gli spostamenti in luoghi a lui familiari.

 

MEDIA TEAM:

Laurent Colombo (freelancer e cameraman),

Laura Galli (trailer e scrittrice per passione),

Matteo De Angelis (giornalista).