“PICCOLE STORIE NASCONO, CRESCONO E SI RIPRODUCONO” – WORKSHOP DI STORYTELLING CON EMILIO PREVITALI

Mi piacciono i racconti perché non lasciano spazio per nascondersi. L’autore non può tirarsi fuori dai guai con le chiacchiere: nel giro di pochi minuti raggiungerò l’ultima pagina, e se non ha niente da dire me ne accorgerò. Mi piacciono i racconti perché di solito sono ambientati nel presente, o comunque in un’epoca ancora viva nella memoria.

Jonathan Franzen

 

Un bel workshop sull’uso dei social media dove le due cose più interessanti che ti dicono sono di riassumere tutto in massimo 140 caratteri – o anche meno – e mettere online i tuoi contenuti il venerdì. O il lunedì, entro mezzogiorno.
Oppure un bel workshop dove si parla di comunicazione e storytelling insieme, senza distinguere. PR. Social media marketing. Costruzione del personal brand. Uso degli hashtag e comunicazione crossmediale. Tutto insieme, in un bel minestrone.
Tutto questo declinato in modo avventuroso, certo. Saremo a Livigno agli Adventure Award Days. Serve un titolo adesso. Un titolo cazzuto. “Comunicare l’avventura nell’era dei social media.” Potrebbe andare. Oppure: “Action sports e social media. Come raccontare l’impresa sportiva e alpinistica attraverso il web”, ad esempio. Bisognerebbe riuscire a infilarci anche le parole “adrenalina” e “marketing” nel titolo, da qualche parte.
Ecco. Questo è il workshop che noi non faremo.

Noi ci occuperemo delle S T O R I E. Storielline e storiellone. Storiacce. Belle storie. Brutte storie. Storie, comunque. Ognuno dirà la sua, proveremo a tirarla fuori dalla polvere e dal fango, a scovarla sui sentieri o alla base delle falesie. In strada. In sella a una bici, guardandoci in giro o semplicemente provando a ricordare.

Proveremo ad orientare il nostro sguardo. A osservare. A capire cosa sono le storie e come funzionano, come si costruiscono e come si raccontano, come entrano dentro di noi. Analizzeremo le due tendenze opposte che si stanno sviluppando sul web, da una parte le news in pillole, l’immagine istantanea e il testo didascalico e dall’altra il long journalism, con articoli lunghi che portano alla luce aspetti e significati non sempre e non solo connessi con il tema principale.

Per partecipare al workshop non bisogna essere scrittori. Anzi, meglio non esserlo. Basta essere scriventi ed avere ai piedi un paio di scarpe comode. Messe a fuoco le storie proveremo a declinarle in un post per facebook, in un testo per un blog, in una didascalia per Instagram o in un breve racconto da mettere su carta. Oppure in un Tweet. E poi per chi ha voglia il giorno dopo andremo avanti.

Ci divertiremo. A raccontare, a scrivere e a sentir raccontare.

Previtali1-341Production@AntonioMIlesi-2

GIOVEDI 24 LUGLIO 
Workshop 1Farsi le storie.

Come le storie nascono, crescono e si riproducono.
Dalle 09.00 alle 18.00

Mattino: Dico io.

Pomeriggio: Laboratorio. Porta matita e quaderno.

Pomeriggio tardi: Dici tu.

 

VENERDI 25 LUGLIO 
Workshop 2 – Piccole storie crescono.

Dalla vicenda alla storia. Come piccole storie diventano piccoli film, piccoli video, piccole narrazioni cross mediali.

Dalle 09.00 alle 18.00

Mattino: Lavoro in aula.

Pomeriggio: Laboratorio e storyshow.

 

Costi: 80 euro per la giornata di giovedì, 150 euro per entrambe le giornate.